Knowledge Exchange Officer

Knowledge Exchange Officer

L’aspetto davvero innovativo del programma deriva dalla consapevolezza di dover uscire dai laboratori, incontrare le imprese, essere in grado comprenderne le esigenze in termini di innovazione e operare per fare in modo che si inneschi quella “chimica” che è alla base di ogni relazione, non solo sentimentale ma anche professionale. Per dimostrare in maniera inequivocabile una reale disponibilità alla collaborazione con le imprese, abbiamo deciso di abbandonare ogni timidezza e giocare un ruolo proattivo: se tu impresa mi lanci un piccolo segnale di interesse, saremo noi ad avviare il “dialogo”, a mantenerlo nel tempo, cercando di anticipare, per quanto possibile, soluzioni ai tuoi bisogni.

All’interno del KEP è pertanto prevista

  • l’esplicita adesione al programma da parte delle imprese attraverso la compilazione on-line di un modulo che fornisca le informazioni essenziali per l’identificazione univoca dell’impresa, del suo settore di attività, di un contatto, oltre  all’indicazione della tematica tecnologica di interesse;
  • l’individuazione  di “ambasciatori”,  denominati KEO – Knowledge Exchange Officer, ricercatori o tecnologi senior con competenza sulla tematica di riferimento adeguatamente formati sui temi del  trasferimento tecnologico, della proprietà intellettuale, dello scouting  e del project management.

All’atto dell’adesione dell’impresa al KEP, il KEO di riferimento farà il primo passo attivando un primo contatto conoscitivo e proponendo un primo “appuntamento” nel corso del quale approfondire i temi di specifico interesse,  organizzare incontri con colleghi, visite ai nostri laboratori ENEA o visite in azienda. Il KEO rappresenterà gli occhi e le orecchie dell’impresa all’interno del laboratori dell’Agenzia.

SICUREZZA DELLE INFRASTRUTTURE CRITICHE

GREGORIO D’AGOSTINO

ANNA MARZO

GIOVANNI PONTI

STRUMENTI MEDICALI AD ALTA TECNOLOGIA

SERGIO LO MEO

MONIA VADRUCCI

COMPETENZE E TECNOLOGIE DIAGNOSTICHE AVANZATE

BEATRICE CALOSSO

EMILIO GIOVENALE

TECNOLOGIE PER I BENI CULTURALI

GIUSEPPE MARGHELLA

FABIO ZAZA

BIOTECNOLOGIE PER LA SALUTE E L'AGROINDUSTRIA

VINCENZO CESI

VALERIO MICELI

DANIELE PIZZICHINI

OTTIMIZZAZIONE PRODUZIONE USO DELL’ENERGIA

EMANUELE FANELLI

PIETRO GARZONE